Isis attacca i curdi siriani a Qamishli. Le vittime sono quasi 50

Camion carico d'esplosivo è stato fatto saltare nella città al confine con la Turchia

Soccorritori cercano sopravvissuti tra le macerie a Qamishli

Sono almeno cinquanta le vittime e duecento i feriti in un attentato messo a segno dal sedicente Stato islamico a Qamishli, città abitata da una maggioranza curda nel nord-est della Siria, lungo la frontiera con la Turchia.

La città fa parte di una striscia di terra a nord del Paese sconvolto dalla guerra civile al momento dominata dalle milizie curdo-siriane dello Ypg/Ypj, organizzazione vicina al Partito dei lavoratori (Pkk), che punta a un maggior grado di autonomia nella regione settentrionale della Siria (Rojava, in curdo).

L'attacco, portato con un camion carica d'esplosivo, ha preso di mira il quartier generale dell'Assayish, le forze speciali curde e secondo gli osservatori è il più grave in molti anni. È stato rivendicato dal sedicente Stato islamico, contro cui le forze curde combattono, sostenute dalla coalizione internazionale impegnata nei cieli siriani.

Secondo quanto ricorda Reuters l'Isis ha già colpito diverse volte tanto a Qamishli quanto nel capoluogo provinciale di Hasaka. Anche qui sono impegnate le forze curde. L'attacco di oggi è stato abbastanza potente da essere avvertito a Nusaybin, il primo agglomerato urbano oltre frontiera, in Turchia. Almeno due persone sarebbero rimaste ferite.

Uno solo l'attentato che ha colpito la città. Se in un primo momento si parlava di due diversi episodi, diverse fonti sostengono che l'esplosione di un contenitore di carburante poco lontano dal luogo dell'attacco sia stato più una conseguenza che non un secondo colpo sferrato a Qamishli.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 27/07/2016 - 14:57

forse si tratta di altri sociopatici. cosa ne pensa la berlinguer?

alberto_his

Mer, 27/07/2016 - 16:50

Questo non è chiamato terrorismo, è derubricato a semplice attacco

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 27/07/2016 - 17:02

A me sembra un atto di guerra. Come sganciare bombe su obiettivi civili. Di gran lunga meno terroristico delle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaky.