007 finanziari, licenza di lasciare (l’Aise)

Ampio turnover per uno dei settori più delicati dei nostri servizi segreti: la divisione «intelligence economica e finanziaria» dell’Aise, la struttura creata per dare la caccia alle operazioni monetarie in grado di mettere a repentaglio sotto qualunque profilo (dal terrorismo, alla criminalità organizzata, allo spionaggio industriale) la sicurezza del Paese. Hanno deciso di lasciare la divisione i due suoi massimi esponenti. Fabrizio Ferragina, colonnello della Guardia di finanza in prestito ai servizi segreti, ha chiesto improvvisamente di venire collocato a riposo prima del raggiungimento dei limiti di età, e il suo superiore, Pasquale Debidda, ha chiesto di tornare a vestire la divisa delle Fiamme gialle. Al direttore dell’Aise, Bruno Branciforte, tocca ora trovare dei successori in grado di dare nuova linfa alla divisione.