«Fra 10 anni nella top ten delle università europee»

Diventare entro dieci anni una fra le migliori università europee nel campo della ricerca e dell'alta formazione. Con questo obiettivo il rettore Angelo Provasoli ha aperto ufficialmente l’anno accademico numero 104 dell'università Bocconi. Uno sguardo al futuro e all'internazionalizzazione, vista la grande competitività che caratterizza il panorama universitario mondiale, soprattutto statunitense.
Il tema della competitività economica è stato evidenziato anche dal presidente dell'Università Bocconi, Mario Monti, che ha posto l'accento sul ruolo degli atenei in funzione di un recupero della competitività. «Su questo tema - ha spiegato Monti - il ruolo dell'Università in Italia è maggiore che in altri Paesi».
La sferzata è giunta poi da parte di Tommaso Padoa-Schioppa, ex membro del consiglio della Bce e attualmente consigliere dell'Istituto affari internazionali (Iai) di Roma: troppe le lamentele sulla crisi economica del sistema Europa e poca la volontà di ripartire, nonostante i diversi elementi positivi che il mercato Ue possiede. Il rischio è la creazione di un clima di malinconia distruttiva a danno delle potenzialità di crescita.