A 10 gruppi chimici multa di 173 milioni: facevano cartello

L’Antitrust Ue ha multato dieci produttori europei di additivi per materie plastiche per 173 milioni di euro per aver fissato i prezzi e aver realizzato un cartello per spartirsi le quote di mercato. Si tratta di Akzo, Baerlocher, Ciba, Elementis, Elf Aquitaine (Arkema France), Gea, Chemson, Faci, Reagens e Ac Treuhand. Faci e Reagens sono italiane, la loro multa è rispettivamente di 5,94 milioni e 10,791 milioni. Secondo l’Antitrust, tra il 1987 e il 2000 le società hanno fissato i prezzi, si sono ripartite i clienti e i mercati e hanno scambiato tra loro informazioni sensibili sotto il profilo commerciale in alcuni settori d’attività.