115.000

Sono i posti di lavoro a rischio in Germania nel settore automobilistico, in pratica il 10-15% degli occupati nell’industria delle quattro ruote. A determinare la perdita di questi posti, secondo l’Institut für Automobilwirtschaft, è da una parte la mancata leadership del comparto automobilistico tedesco nello sviluppo di tecnologie ibride, ma soprattutto l’andamento del mercato americano, quest’anno crollato da 16,5 a 12,5 milioni, a danno soprattutto di Daimler e Bmw. Per Erich Klemm, capo del sindacato di Daimler i tagli potrebbe essere in agenda da gennaio.