A 12 anni violentata e costretta al silenzio da tre minorenni

Due ragazzini di 15 e 17 anni sono stati arrestati e un tredicenne è stato segnalato alla Procura dei minori per violenza sessuale su una ragazzina di 12 anni. La terribile vicenda è venuta alla luce la settimana scorsa a Ferentino, in provincia di Frosinone. I tre indagati appartengono tutti a famiglie normali della media borghesia del paese, vanno tutti a scuola e nessuno prima di questo episodio aveva dato particolari problemi. La ragazzina frequenta la seconda classe della scuola media del paese, anche lei vive in una famiglia normalissima e gli investigatori hanno ricostruito la figura di una adolescente senza grilli per la testa e senza neppure il classico fidanzatino. La storia è venuta fuori grazie alle confidenze raccolte da un poliziotto. Poco più di un’indiscrezione, che comunque l’agente ha passato ai colleghi della squadra mobile. L’adolescente, una volta identificata, prima a fatica e poi in maniera sempre più decisa, ha raccontato di conoscere da sempre i tre ragazzi, un po’ come ci si conosce tutti in un paese di provincia, e di essere stata avvicinata con una scusa. I tre l’avrebbero poi condotta in una casa abbandonata, sempre a Ferentino, dove sono iniziate le violenze, forse non limitate ad un solo episodio. La polizia ha anche ricostruito le pesanti minacce usate dai tre sulla fragile psicologia della dodicenne, talmente impaurita che neppure i genitori avevano intuito il suo disagio. I due più grandi hanno ammesso di aver avuto dei rapporti sessuali con l’amichetta, ma hanno escluso di averle usato violenza.