Il 12 luglio

Giuliano Pisapia tornerà sul luogo del «delitto». Il 12 luglio di un anno fa lancio la sua candidatura per le primarie dal palco del teatro Litta. Si autodefinì «il candidato di tutti», e gettava il guanto della sfida anche al Pd. I democratici che hanno poi scommesso sul cavallo sbagliato: l’archistar Stefano Boeri, sconfitto da Pisapia ma ricompensato con un posto in giunta e le delega a Cultura ed Expo. «Milano deve e può cambiare» esordì quella sera l’avvocato penalista. Il prossimo 12 luglio dovrebbe tornare al Litta per celebrare con il «popolo arancione» coordinato dal fedelissimo Paolo Limonta la vittoria delle comunali, partita simbolicamente dal palco di corso Magenta.