13 agosto giorno nero del K2

Il 13 agosto si è consumata la seconda più grande tragedia di sempre al K2 avvenuta in un unico episodio. Dopo che, lo stesso identico giorno del 1995, sparirono in una tempesta 6 alpinisti, settimana scorsa la stessa sorte è toccata a 4 russi di grande esperienza. Proprio mentre stavano per effettuare il tentativo finale, nella parte sommitale della montagna, dopo il cosiddetto «collo di bottiglia» oltre quota 8000, Yuri Uteshev, Alexander Foigt, Piotr Kuznetsov e Arcady Kuvakin sono stati trascinati a valle in un volo di circa mille metri da una sorta di tappeto di neve e ghiaccio su cui stavano camminando sul ripido traverso che precede la cima (percorso due settimane prima con successo dagli italiani Nives Meroi e Romano Benet), che si è staccata.