In 150mila si mettono in fila alla Rai per leggere la Bibbia giorno e notte

La maratona dal 5 all’11 ottobre sarà teletrasmessa. Inizia il Papa, chiude Bertone. Tra i lettori anche rabbini, uomini e donne dagli 11 anni in su

da Roma

Bibbia, Bibbia, fortissimamente Bibbia. Tutti vogliono partecipare alla più grande maratona mediatica che proporrà dalla prima all’ultima riga le Sacre Scritture. In dieci giorni sono stati infatti ben centocinquantamila (a essere esatti 149.953) i visitatori del sito www.labibbiagiornoenotte.rai.it, creato dalla Rai per selezionare i partecipanti alla lettura integrale e continua del testo sacro promossa da Rai Vaticano (struttura diretta dall’ideatore dell’iniziativa, Giuseppe De Carli), Raiuno, Rai educational, Rai Net nella Basilica romana di Santa Croce in Gerusalemme.
L’evento si svolge dal 5 all’11 ottobre 2008, ripreso e trasmesso in diretta da Raiuno (nella prima e nell’ultima ora) e da Rai Edu2 per intero. Com’è noto, a dare il via alla lettura sarà Benedetto XVI, collegato in diretta dal palazzo apostolico. La sua lettura dei primi versetti del libro della Genesi durerà circa sette minuti, poi la parola passerà al Rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, che ripeterà in lingua ebraica le stesse frasi appena lette dal pontefice. La trasmissione sulla rete ammiraglia della Rai si concluderà dopo un’ora che vedrà alternarsi altri lettori, laici, famiglie, esponenti di diverse confessioni cristiane.
Il seguito avverrà in diretta su Rai Educational, con una maratona non stop che coinvolgerà rabbini, cardinali, vescovi di varie confessioni cristiane, ma anche operai, studenti, scolaresche, sportivi, politici e militari, e farà ritorno su Raiuno per l’ultima ora, sabato 11 ottobre, quando toccherà al segretario di Stato, il cardinale Tarcisio Bertone, leggere il ventiduesimo capitolo dell’Apocalisse. Migliaia i candidati a essere protagonisti, in regime di assoluto volontariato, di un progetto basato proprio su un’ininterrotta sequenza di 139 ore. I 1.250 lettori, uomini e donne di tutte l’età (dagli 11 anni in su), appartengono a ogni ceto sociale, fede e ideologia. In viale Mazzini però nessuno si aspettava un tale successo di adesioni e di richieste di partecipazione. Richieste che ovviamente per la maggior parte resteranno un pio desiderio, anche se qualche residua chance è rimasta per le ore più ostiche della maratona, quelle notturne.
L’apertura del sito ha dimostrato, ancora una volta, che gli italiani sono un popolo di cybernauti. Il sito web permetteva di indicare anche il brano biblico preferito: tra i più gettonati ci sono i Salmi, Qoelet, Giobbe, le storie dei Patriarchi e di Giuseppe nell’Esodo, la Seconda Lettera ai Corinzi e il Vangelo di Giovanni. Il Cantico dei Cantici è stato più ambito dall’universo femminile. Da notare, inoltre, che i lettori sono rappresentativi di tutti i continenti. Nel corso delle 140 ore di diretta continuata vi saranno anche 81 stacchi musicali, curati da monsignor Marco Frisina e Leonardo De Amicis. Anche in questo caso, però, la lettura dei 73 libri che compongono il testo sacro non s’interromperà, in quanto la Scrittura sarà cantata.
Tutti i cittadini potranno assistere personalmente alla manifestazione, perché per l’intera durata di «La Bibbia giorno e notte» la Basilica di Santa Croce sarà aperta al pubblico 24 ore su 24. Ed è la prima volta che ciò accade nella storia religiosa di Roma. Il Papa, che ha aderito volentieri all’iniziativa è contento che questa si svolga in concomitanza con il Sinodo dei vescovi convocato in Vaticano proprio sul tema della Parola di Dio.