Dopo 17 anni esce il nuovo album dei Guns 'n Roses

E' fissata per il 23 novembre prossimo l’uscita
dell’ultimo album dei Guns n’ Roses, "Chinese Democracy", la cui
realizzazione, secondo indiscrezioni, è costata oltre tredici milioni di dollari ed è durata quasi due decenni<br />

New York - Alla fine ce l'hanno fatta. Era diventata una leggenda del rock. Diciassette anni di gestazione per una manciata di tracce. Quasi due decadi in cui i capelli dei fan sono sbiaditi e caduti, mentre Axl impazziva attorno a assoli e riff di chitarra. Per milioni di fan l’attesa è finita: il 23 novembre prossimo uscirà l’ultimo album dei Guns n’ Roses, "Chinese Democracy", la cui realizzazione, secondo indiscrezioni, è costata oltre 13 milioni di dollari.

Momento storico per il rock L’etichetta Geffen, che detiene i diritti della band, e la catena di negozi Best Buy hanno finalmente confermato le voci insistenti di uscita del disco, che sarà disponibile dal mese prossimo sia online che nelle filiali della catena. "La pubblicazione di questo album segna un momento storico nella storia del rock n’ roll", hanno dichiarato i manager del gruppo, Irvin Azoff e Andy Gould. L’album prodotto da Axl Rose - l’unico componente della band rimasto nel gruppo - e da Caram Costanzo, conterrà 14 canzoni, ma solo tre di queste non sono mai state eseguite "live" prima d’ora nè distribuite su internet.

Tredici milioni di dollari per un'impresa folle Eccezionali anche le spese di realizzazione: secondo un servizio del New York Times del 2005, i costi erano lievitati già tre anni fa a 13 milioni di dollari. Non a caso la frase "Chinese Democracy" ha iniziato a identificare tra i giovani una idea folle e senza fine. Il mese scorso si era avuto un assaggio dell’album con la canzone "Shackler’s revenge", apparsa nel videogioco "Rock band 2", e "If the World", inserita nei titoli di coda del film "Body of lies".