1.800 euro

Martino è nato nel 1962. «Ho fatto il liceo scientifico e poi ingegneria elettronica, mi sono laureato a 27 anni e ho trovato lavoro praticamente subito. La mia prima busta paga, nel ’91, era circa un milione e 500mila lire. Oggi guadagno 1.800 euro per 16 mensilità. Il mio impegno giornaliero è di almeno 8 ore al giorno faccio degli straordinari e mi vengono retribuiti. Non lavoro il sabato e la domenica tranne casi eccezionali. Oggi giorno un mio collega ingegnere neolaureato prende circa 1.000 euro al mese sempre per sedici mensilità. Tra gli ingegneri i più pagati sono quelli gestionali mentre i meno richiesti probabilmente sono quelli meccanici. Ci sono colleghi della mia età che facendo il mio stesso lavoro guadagnano anche il doppio perché sono dirigenti mentre io solo un quadro».