Il 19 gennaio Roma-Lazio, il derby della legalità

Nel corso di una riunione ristretta dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive sono state condivise le misure necessarie affinché il derby della Capitale in programma si svolga all'insegna della legalità

Nel corso di una riunione ristretta dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive - si legge in questa nota stampa - tenuta nella serata di ieri, sono state condivise le misure necessarie affinché il derby della Capitale in programma il 19 gennaio del 2011 si svolga all'insegna della legalità. L'esito dell'incontro, al quale hanno partecipato la Questura di Roma, l'Agenzia delle Entrate, la Siae, la Lega Nazionale Professionisti, la Roma e la Lazio, è stato deciso di dedicare l'intera «Tribuna Tevere», in passato teatro di deprecabili scontri, ai ragazzi under 16 delle scuole calcio e delle Polisportive nonchè ad altre categorie di persone quali le forze di polizia e forze armate, anche in coerenza con il progetto di celebrazione del 150esimo anniversario delle Forze armate varato dalla Lega calcio per la Tim Cup. I possessori della «tessera del tifoso» abbonati alla Tribuna Tevere di Roma e Lazio potranno acquistare i tagliandi di altri settori dello stadio con diritto di prelazione. L'iniziativa si pone in linea di continuità con le strategie di rigore e tutela dei diritti dei tifosi adottate a livello nazionale, purché i loro comportamenti risultino rispettosi della legalità e dei diritti degli altri spettatori. Nei prossimi giorni la Questura, che già da tempo promuove iniziative di legalità anche nel calcio, in stretto raccordo con la Prefettura, metterà a punto - insieme con la Roma a e la Lazio - il piano operativo che tradurrà in pratica le misure condivise nella riunione.