Dal 1968 stragi per uno Stato basco

L’Eta (Euskadi Ta Askatasuna che significa «Paese basco e libertà») è una associazione terroristica indipendentista attiva in Spagna dagli anni ’60. Propugna attraverso azioni violente la creazione di uno stato autonomo basco (Euskal Herria). Il suo primo attentato mortale risale al 1968, nel 1973 uccise con un attacco dinamitardo l’ammiraglio Luis Carrero Blanco,primo ministro e delfino di Francisco Franco. Una scia di sangue - i membri dell’Eta la chiamavano «socializzazione del dolore» - culminata il 19 giugno 1987 con l’attentato in un centro commerciale di Barcellona, costato la vita a 45 persone. Le dimensioni della strage scioccarono anche la dirigenza dei terroristi che «chiese scusa». L’Eta disponeva anche di un braccio politico, il partito Batasuna, dichiarato illegale dalla Corte suprema spagnola nel 2003 e incluso dalla Ue nella lista delle organizazioni terroriste. Nello stesso anno l’Eta ha sospeso gli attentati mortali e, nel 2006, ha comunicato al governo una tregua unilaterale finalizzata all’instaurazione di un dialogo sull’indipendenza dei paesi baschi.