Il 2 e il 3 giugno il Palazzo dei Congressi torna a ospitare la musica elettronica con «Ultrabeat Out» festival Si balla con i Chemical Brothers

Una kermesse dedicata agli appassionati della dance. Le due serate andranno avanti dalle 22 fino alle cinque di mattina

Pier Francesco Borgia

Mentre le pareti del Palazzo dei Congressi dell’Eur risuonano ancora dell’eco di «Dissonanze», il festival di musica elettronica che si è tenuto sabato e domenica scorsa, sono iniziati i preparativi per la prossima «festa» della musica elettronica che impegnerà l’austera struttura dell’Eur il 2 e 3 giugno. Preparativi in grande stile per presentare al meglio la prima edizione di «Ultrabeat out», una sorta di lunga festa danzante che in 48 ore impegnerà, tecnici, deejay, i protagonisti della visual art e soprattutto gli amanti della musica elettronica, cioè coloro che popolano i locali più alla moda e che cavalcano le tendenze più underground e trendy (per usare due pessimi anglicismi) della musica contemporanea.
Per farsi conoscere dal pubblico romano questa nuova kermesse punta su un debutto col botto. Se ai più l’espressione «Chemical Brothers» può non voler dire alcunché, alle orecchie delle giovani generazioni suona come una specie di «apriti Sesamo!». I londinesi Ed Simons e Tom Rowlands, dopo aver fatto ballare milioni di persone in tutto il mondo con il loro originale mix di dance e musica pop, si affidano ad un nuovo modo di affrontare il pubblico: il dj set. Insomma, al posto degli strumenti tradizionali, il duo più famoso della british dance sfrutterà una consolle. L’appuntamento è per sabato 3 giugno alle 22. «Ultrabeat Out» è il coronamento di anni di lavoro di uno dei club storici della capitale, il Goa, recentemente votato dal magazine tedesco Groove come uno dei club migliori del mondo, che nella sua serata Ultrabeat, dedicata ai suoni più sperimentali, è riuscita ad anticipare gusti e a soddisfare curiosità del pubblico. Il programma di questa prima edizione di «Ultrabeat Out» punta a rivisitare la storia e l’evoluzione del fenomeno dance music, partendo dalle espressioni più crude e primitive, come Joey Beltram, Pan Sonic e 808 State, fino ad arrivare ai paladini del pop elettronico mondiale, i sopracitati Chemical Brothers, a Roma per la prima volta nella loro unica data italiana per quest’anno.
La «due giorni» si preannuncia ghiotta con un programma audio e video che vanta i più importanti produttori della scena internazionale. La programmazione delle due serate offrirà infatti il meglio della scena musicale dance ed elettronica con concerti live e dj set come: i Pansonic, le cui esibizioni sono seguite sempre da enormi folle affascinate dalla vaporosa e scheletrica pulsazione elettronica in viaggio oltre il concetto di fisicità ritmica o emotività sonora; Thomas Brinkmann, l’antidivo della musica elettronica moderna, uno dei più innovativi sperimentatori della scena minimal techno; Joey Beltram, uno dei grandi nomi della techno.
Accanto a loro una nutrita presenza di artisti italiani: Giancarlino, Dj Red e DLO, Marco Carola e Claudio Cocccoluto.
Info: 06.45433031