Con 2 milioni i musei si fanno belli

Dagli affreschi di Palazzo Rosso al Museo del Risorgimento al Museo di Sant'Agostino alla Commenda di San Giovanni di Prè. Sono una decina i musei e i luoghi storici che saranno restaurati nel 2007 dal Comune di Genova per un investimento di circa due milioni e mezzo di euro.
Si parte con gli affreschi ritrovati di Palazzo Rosso. Obiettivo dell'iniziativa, del costo di 100 mila euro, è la realizzazione di uno studio di fattibilità e di una progettazione preliminare degli interventi di restauro della parte più pregiata del museo dove si trovano, sui soffitti a volta e celati dietro la tappezzeria, importanti affreschi. C'è poi l'intervento per 500 mila euro complessivi, che riguarda il collegamento e il nuovo percorso fra Palazzo Bianco e Palazzo Tursi. Il progetto della nuova cerniera prevede il collegamento dei due edifici a differenti livelli, all'altezza dei cortili e del giardino sud, al piano secondo e ai piani nobili di entrambi i palazzi. L'aspetto interno del nuovo corpo di fabbrica si caratterizzerà come uno spazio contornato da murature, con il muro storico, e da un sistema di rampe leggere a struttura metallica. Per il Museo del Risorgimento, la nuova Sala Garibaldi e lo spazio per la didattica, il finanziamento è di 100 mila euro e prevede la trasformazione del terzo piano dell'edificio, attualmente destinato a deposito e biblioteca, in spazio didattico e a ulteriori aree tecniche collegate all'intera attività museale.
C'è quindi l'importante intervento, per 450 mila euro, al Museo di Sant'Agostino. Gli obiettivi del progetto sono di recuperare alla città un edificio eccezionale, valorizzare il complesso delle collezioni medievali civiche grazie al loro inserimento in un contesto architettonico coerente per epoca e funzione, caratterizzare l'offerta dell'edificio rimarcandone l'unicità e accentuandone il potenziale di richiamo nei confronti del pubblico genovese e dei turisti. La chiesa e il convento diverranno il punto di riferimento per un polo medievale all'interno del distretto museale antico del centro cittadino genovese.
Per il Museo di Archeologia e Navale ligure l'intervento finanziario si concentra sul distretto che comprende Villa Durazzo Pallavicini, Villa Doria e i rispettivi parchi con un investimento di 350 mila euro. A Villa Croce si prevede invece la realizzazione di un impianto di climatizzazione per un costo di 120 mila euro. Per la Depositeria comunale, dove sono previsti interventi di adeguamento e riorganizzazione dei locali adibiti alle collezioni civiche, il finanziamento è di 550 mila euro.
Per la Commenda di San Giovanni di Prè che verrà trasformata come un teatro da esplorare, gli investimenti ammontano a 300 mila euro mentre per il complesso dell'ex Seminario dei Chierici sono di 150 mila uero. Ancora da definire gli importi per i Museo dell'Emigrazione al Galata e per il trasferimento del sommergibile Nazario Sauro nel Museo del Mare.