Il 2006 comincia all’insegna del romanticismo

Valeria Arnaldi

Qualcosa di nuovo, di vecchio, di prestato e di regalato. Ma, soprattutto, qualcosa di rosso per propiziare l’amore nell’anno che sta per iniziare. Sono le regole «tradizionali» per i festeggiamenti della notte di San Silvestro, che quest’anno, però, devono essere moltiplicate per due. È infatti dedicato alla coppia il Capodanno 2006. Fidanzati, conviventi, coniugi ma anche single alla ricerca dell’anima gemella: la notte più lunga dell’anno diventa anche la più romantica. No, quindi, alle feste in discoteca con gli amici. Sì, invece, a quelle in ville fuori città, con grandi parchi e molte salette private. Meglio ancora se dotate di camere dove passare la notte. Proprio la suite è la tendenza di questo veglione. Sono sempre più numerose, infatti, le organizzazioni che, oltre a cenone e brindisi, offrono la possibilità di pernottare in un ambiente extra-lusso.
Non è un caso quindi che gli alberghi più in della capitale propongano «pacchetti Capodanno», registrando il tutto esaurito non con i turisti, ma con i romani, desiderosi di vivere la loro città in modo diverso. Molti di questi pacchetti prendono il via nel pomeriggio del 31, con cure di bellezza, servizio di hair styling e consulenza nella scelta del look per il veglione. Non mancano, ovviamente, baby sitter ed animatori per intrattenere i più piccoli con spettacoli e mini-cenoni con tanto di spumante rigorosamente analcolico. Che si scelga la festa in casa, in albergo o in villa, il look deve essere comunque iper-elegante con un tocco di originalità. Per lei tornano di moda gonne lunghe e scollature generose nei colori rosso, nero e oro. Tra gli accessori la fanno da padrone i guanti da sera, lunghi fino al gomito, in velluto o raso, ma anche, per un look più sbarazzino, in lana bicolore. Pochi gioielli da indossare. A dare luce al corpo provvede una spolverata di glitter dorato sul viso e sulle spalle. Si va dallo spray pensato anche per i capelli al più «casalingo» trucco realizzato con la porporina acquistata in cartoleria applicata con un sottile strato di lucidalabbra. Le più trasgressive possono optare per un look glaciale nei toni del bianco e dell’argento, con piccoli strass a simulare la brina da applicare sulla pelle e rossetti perlati. Il look di lui diventa dandy: tornano in panciotto e cappello, camicia con gemelli e orologio da taschino. Sul bavero della giacca, un ramoscello di vischio multiuso, decorativo ma anche utile per «baci d’emergenza». Chi festeggia in casa con una cena a due, non dimentichi di «vestire» anche la tavola, con tovaglie e centrotavola di gusto barocco nei toni del rosso e dell’oro, e tante candele dagli aromi speziati.
Alle spezie deve essere anche il menù, dagli antipasti al dolce. Panettone e pandoro diventano sexy con giarrettiere «su misura» e i tappi di spumanti e champagne «volano» con piccoli paracadute che ne rallentano la caduta. Una preparazione così lunga non può valere solo per una notte. Quest’anno, infatti, i festeggiamenti continuano anche il primo gennaio, con il brunch, sempre per coppie, in ville ed hotel. O in barca a vela. Sono molte, infatti, le proposte per mini-crociere a due nel Mediterraneo. Cosa è più romantico di un brindisi al chiaro di luna sul mare? Essenziale la scelta della musica. Se prima del brindisi è di rigore un «viaggio» sulle note dei successi dell’anno, dopo è meglio optare per pezzi lenti tutti da ballare. Per chi, non in coppia, è a caccia di un amore, le regole sono le stesse. Attenzione, però, alla scelta del partner per le danze dopo mezzanotte. Le mode non cambiano la tradizione: chi sta insieme a Capodanno, lo fa anche per il resto dell’anno.