Il 2009 chiude con il mini-ritiro

Neanche nel 2009 la Samp riesce a passare a Livorno. Campo che si potrebbe definire «maledetto» visto che i blucerchiati non sono mai riusciti a centrare la vittoria. Si chiude così l'anno con una sconfitta amara. Il bicchiere però si può vedere mezzo pieno o mezzo vuoto. Se consideriamo il 2009 i blucerchiati sono arrivati in finale di Coppa Italia e chiudono questa prima parte del campionato a quota 25 punti. A 3 dal quarto posto valido per la Champions, a 2 dall'Europa League. Tutto sommato positivo se si considera che mister Del Neri è arrivato ad inizio stagione e la squadra nelle prime uscite divertiva e convinceva a suon di gol. Ci sono altri aspetti che fanno sorridere. L'esplosione del giovane centrocampista Poli e le conferme in attacco del duo Cassano-Pazzini. Certo non mancano neanche gli aspetti negativi. Primo, i due derby su due persi subendo sei reti. Secondo, il calo negli ultimi trenta giorni. Il Doria era partito alla grande inanellando cinque vittorie su sei gare, battendo a domicilio l'Inter, balzando in testa alla classifica. Poi nelle restanti undici giornate sono arrivati solo dieci punti, evidenziando grandi difficoltà soprattutto in trasferta. Il tris subito a Livorno non è passato comunque inosservato. La squadra riprenderà il 28 e fino al 31 si allenerà di mattina a Bogliasco. Insomma un mino-ritiro che sa molto di castigo. La ripresa nel 2010 è fissata per il 2 gennaio con una doppia seduta. Capitolo mercato. Per la difesa si fa il nome di Dainelli della Fiorentina.