«2009 difficile, ma avremo un Porto competitivo»

«Penso di aver battuto un record, perché mai un presidente si era trovato con così tanti problemi legati tutti insieme e in un periodo così breve», alla fine del 2008 il presidente dell’Autorità portuale di Genova Luigi Merlo traccia un primo bilancio del suo operato nei primi mesi di lavoro a palazzo San Giorgio, «abbiamo dovuto affrontare una serie di difficoltà ed emergenze non da poco- commenta Luigi Merlo- ma non possiamo che ritenerci soddisfatti. Direi che il bilancio è positivo». La vera sfida sarà quella di riuscire ad uscire indenni da un 2009 che si preannuncia difficile per l’economia mondiale e che potrebbe avere ripercussioni serie anche sul porto di Genova: «Ci avviamo sicuramente ad un 2009 di congiuntura internazionale difficile ma stiamo lavorando per creare un nuovo modello di porto - prosegue Merlo-. Dobbiamo diventare assolutamente competitivi e capaci di affrontare nuove sfide».
Il presidente del porto di Genova ha parlato a margine della presentazione del progetto per la sicurezza all’interno dell’area portuale. Oggi pomeriggio Autorità portuale, assessorato alla Salute, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco e Asl 3, stipuleranno un protocollo d’intesa per facilitare gli interventi di soccorso ed emergenze in porto, per garantire, in un territorio ad alta densità lavorativa e a rischio, quella tempestività di soccorso che spesso può evitare la perdita di vite umane. Miglioramento della toponomastica, un punto centrale di attivazione dei flussi di comunicazione e un servizio di accompagnamento dei mezzi di soccorso da parte di personale dei servizi di vigilanza sono le principali indicazioni della fase operativa.