Un 2009 record per il rincaro di acqua, rifiuti treni e traghetti

Anno difficile il 2009, tra crisi economica e calo dei consumi. Ma non si sono fermate le tariffe che hanno continuato a correre. Fatta eccezione per le tariffe energetiche, le bollette, acqua e rifiuti soprattutto, sono salite alle stelle. «In controtendenza rispetto all’evoluzione dell’inflazione complessiva, i costi dei servizi pubblici hanno fornito al sistema impulsi inflazionistici di una certa rilevanza». Ad evidenziarlo è il ministero dell’Economia nella Relazione sulla situazione economica del Paese.
Tra gli aumenti più consistenti, il Tesoro segnala appunto quelli per le tariffe dell’acqua potabile (+5,9%) e dei rifiuti (+4,5%). Più cari anche i biglietti dei treni e dei traghetti; e più onerosi anche i pedaggi; così si va dal +7,3% dei traghetti al +4,6% dei biglietti dei treni, dal +5,6% dei servizi postali fino al +4,4% per i biglietti di ingresso ai musei. Più convenienti invece i biglietti aerei, ma solo per i voli nazionali.