Il 21 agosto a Triora si danza con le streghe sulle note di musici e leggende popolari

Resti di mura merlate e fortificazioni, a dominare la valle Argentina e ad abbracciare scalinate e caruggi stretti tra case-torri e archivolti: Triora conserva ancora oggi l'aspetto un po' misterioso degli anni in cui la pesante accusa di stregoneria cadde sulle sue donne, colpevoli forse solo di conoscere erbe curative e praticare riti pagani; torturate, processate e condannate nel lontano 1587 e ricordate ogni anno da «Strigora», che la domenica dopo Ferragosto invade la capitale delle Alpi Mistiche della Liguria con cappelli a punta, magia, ricette segrete e rievocazioni storiche. Piazze e antichi anditi diventano teatro naturale per musici e giocolieri, bancarelle e botteghe si riempiono di colori, il famoso pane di Triora e la cucina locale, che mescola la tradizione ligure con quella delle montagne piemontesi, si congiungono con piatti dal sapore magico, mentre gli alberi monumentali e il vecchio casolare Cabotina invitano al sabba. Per maggiori informazioni: www.alpimistiche.it, tel 0184.94477.