«21 giugno», parla genovese la storia della piccola Azzurrina

Genova ancora protagonista di un film. Genovese, del resto, è il regista Luciano Silighini Garagnani, tra i più noti manager televisivi italiani, in questa occasione al debutto come regista, appunto, e autore sia del soggetto che della sceneggiatura. Genovesi anche due delle attrici del cast, Carlotta Iazzetti (già protagonista di «Caro Maestro» per Mediaset, «Padre e figlio» con Michele Placido e «Marquise» con Sophie Marceau) e Federica Ruggero. Il film si intitola «21 giugno» ed è basato sulla leggenda di «Azzurrina», la bambina scomparsa nel 1375 a Montebello nei pressi di Rimini. Ogni anno lustro col «5» o con lo «0» finale, il giorno del solstizio d’estate, il 21 giugno (giorno della scomparsa), si risente echeggiare il lamento della bambina per i corridoi del castello, diventato ai giorni nostri un museo privato di proprietà dei conti Guidi di Bagno. Il film narrerà la storia di cinque ragazzi che, spinti dalla curiosità di scoprire i misteri della bambina, si nasconderanno all’interno delle mura proprio la sera del 21 giugno. Le riprese del film, dal prossimo mese di marzo, saranno effettuate tra Genova e la rocca di Montebello.