Il 26° campionato invernale più forte del maltempo

La prima fase del XXVI Campionato Invernale di Vela di Roma è finita come era iniziata, con il maltempo a condizionare le diverse regate del primo campionato italiano per numero d’iscritti. Le imbarcazioni in questa edizione numero 26 sono oltre 150, pronte a darsi battaglia per uno dei dieci trofei divisi tra Crociera, Regata, Crociera veloce, Minialtura, J24, Meteor, 30 Etè. Le regate d’altura sono partite sotto l’egida del Circolo velico Fiumicino, che anche in questa stagione ha organizzato tutto al meglio sotto il profilo tecnico e logistico. Dopo ben tre tentativi d’inizio, con rinvii dovuti alle condizioni meteo, al quarto tentativo il tempo ha finalmente dato una mano agli organizzatori, con poco vento a terra e con l’esordio del timoniere di casa, Pino Stillitano, premiato al recente Salone Nautico di Genova quale timoniere del 2006. Tantissime barche in gara e finale bagnato per la prima manche con salti di vento, pioggia torrenziale, colpi d’aria e calme piatte che si sono alternati nell’ultima giornata di gare prima della pausa natalizia, con il solo gruppo Crociera che ha portato a termine la prova. In classe1, «OnAir» di Luciano Grassi, ha vinto per soli 45 secondi su «Supergiù» di Stefano Celio, conquistando la leadership in classifica generale; terzo è giunto «Banda Rossa» di Elvira Bartomiol. La Classe2 registra un risultato fotocopia della gara precedente con il terzetto «Micamale» di Massimo Pettirossi, «Hydra» di Claudio Rinaldini e «Esperia» di Andrea Proietti, che allunga sul resto della flotta. In Classe3, «Via così», di Maurizio Papitto si conferma alla testa della classifica generale, vincendo su «Annabella» di Criscimanni-Bragaglione che sale sul secondo gradino del podio provvisorio, e «Albachiara» di Mauro Savona. Invariata la classifica nel gruppo Regata: in I classe Ims, «Aria» di Roberto Franchella, precede «Asso di Fiori» di Maurizio Fiori (stesse posizioni nella classifica Irc); terzo è «Kalima» di Quadrana-Sirolli. In II classe «Vahinè 5» di Francesco Raponi, precede «Sly Fox» di Giuseppe Raselli. In I classe Crociera-Veloce, «Gengis Khan» Carlo Colabucci, prevale nella classifica overall su «Ammuina» di Carlo Scoppola.