Con «3» cellulare fisso e mobile

Bt Albacom

Albacom, società telefonica che Mediaset, Eni e Bnl hanno ceduto a British Telecom cambia nome e punta entro in tre anni a raggiungere il miliardo di fatturato contro i 664 milioni attuali. La società, controllata dall’ex-monopolista britannico, continua a offrire servizi di tlc soltanto alla clientela business e si chiamerà Bt Albacom. Grazie alle sinergie con la casa madre, la compagnia guidata da Corrado Sciolla, ex direttore generale di Wind, lancerà nel 2006 il cosiddetto Blue Phone. Si tratta di un cellulare che permette di effettuare chiamate scegliendo, secondo la convenienza, la rete fissa o quella mobile. Bt lancerà Blue Phone in Gran Bretagna in collaborazione con Vodafone a luglio mentre in Italia Bt Albacom è in trattativa con «3» per lanciare il servizio. La società ha recentemente rinnovato i contratti con Eni, Mediaset e Bnl. Sciolla ha anche spiegato che «se Atlanet fosse in vendita, Bt Albacom potrebbe essere interessata».