«3»: debutto a Piazza Affari entro febbraio

La conglomerata Hutchison Whampoa Ltd potrebbe quotare la controllata italiana 3G «3 Italia» verso metà febbraio, con Ipo a Piazza Affari a fine gennaio. Una fonte vicina all’operazione da Hong Kong, riferisce che il prospetto potrebbe essere pubblicato la prossima settimana e che il debutto potrebbe avvenire il 9 febbraio. In concordanza con questi tempi, ieri il giornale asiatico Ming Pao Daily scriveva che l’Ipo partirà il 23 gennaio per chiudersi il 3 febbraio. Il quotidiano asiatico anticipava anche che le dimensioni attese dell’offerta sono state ridotte del 20%, fino a un massimo di due miliardi di euro. Alcuni investitori istituzionali europei avrebbero mostrato cautela sulle prospettive di 3 Italia, costringendo la società a vendere le sue azioni a valutazioni più conservative. Il valore di 3 Italia sarebbe stato stimato tra 9 e 12 miliardi di euro. A questi valori il collocamento del 25% di azioni provenienti da aumento di capitale potrebbe dunque fruttare tra 1,25 e 2 miliardi di euro.