Per 3 Italia ricavi in flessione ma aumentano gli utenti

Ricavi in calo per l’operatore Umts 3 Italia con una flessione del 3% a 2,018 miliardi a causa dell’entrata in vigore della legge Bersani che ha abolito i costi di ricarica. I ricavi medi per cliente (Arpu) sono scesi, anche per effetto delle spinte concorrenziali, da 33,99 euro del 2006 ai 29,30 attuali (meno 13,7%). In compenso sono aumentati gli utenti, saliti a quota 8,2 milioni (più 16%). Di questi circa 830mila sono quelli che vedono la tv su telefonino con la tecnologia Dvb-H. Quanto al Gruppo 3, ossia la totalità delle attività nel mobile del colosso di Hong Kong Hutchison Whampoa che controlla anche 3, i clienti Umts sono in aumento del 20% a 17,6 milioni mentre i ricavi sono cresciuti del 18%. Li Ka Shing, il magnate a capo di Hutchison ha detto di aver ricevuto per 3 Italia alcune manifestazioni di interesse. Tra le quali quella di Deutsche Telekom.