Via dopo 31 anni lo stato di emergenza

Il Cairo Il Consiglio militare egiziano ha annunciato la fine della legge d’emergenza in vigore da oltre trent’anni. Nel contempo ha promesso che continuerà a garantire la sicurezza del Paese, alla vigilia di una serie di delicati appuntamenti politici e giudiziari. La questione della sicurezza si è rivelata di attualità anche ieri quando per l’ennesima volta, un gruppo di beduini ha rapito e rilasciato in giornata due turisti Usa sul Mar Rosso.
La revoca dello stato d’emergenza - imposto nel 1981 dopo che gli integralisti avevano assassinato il presidente Anwar el-Sadat e prolungato l’ultima volta nel 2010 per due anni, con scadenza 31 maggio 2012 - era stata sollecitata con insistenza dai movimenti rivoluzionari egiziani.