Dopo 35 anni ridate le pistole agli agenti

«È un momento storico per la sicurezza di Roma che da oggi potrà contare pienamente anche su seimila vigili urbani». Così il segretario generale aggiunto del Sindacato unitario lavoratori polizia municipale (Sulpm) Alessandro Marchetti commentava nell’agosto scorso il provvedimento appena firmato dal sindaco Gianni Alemanno che ridava ai vigili urbani capitolini la possibilità di girare armati. Dopo 35 anni i vigili di Roma sono tornati a essere armati come i loro colleghi di ogni altra grande città italiana. Il consiglio comunale ha dato l’ok alla delibera che ha dotato i vigili della capitale, i «pizzardoni» resi noti da un celebre personaggio di Alberto Sordi, non solo di pistola ma anche di manganello, spray e sciabola.