A 4 anni scappa di casa e va dal papà in bus

I genitori si separano e lui, Ivan, 4 anni e 7 mesi, non ci sta. Così un bel giorno esce di casa di nascosto, senza farsi vedere dalla mamma, sale su un autobus e scende a piazza De Ferrari. La strada la conosce perché l’ha fatta diverse volte con i genitori. Così entra nei vicoli e a passo sicuro raggiunge il negozio di alimentari del papà. «Io voglio stare con tutti e due», gli ha detto. E all’uomo non è rimasto che abbracciare il suo pargoletto così intraprendente.
È successo sabato scorso, nel primo pomeriggio, quando il piccolo Ivan per qualche ora ha buttato la madre nella disperazione più nera e ha mobilitato tutta la Polizia ferroviaria di Genova, cui la donna si era subito rivolta.
Tutto è iniziato intorno alle 14,30 nel quartiere di Oregina. Quando la mamma di Ivan si è accorta che il bambino non era più a casa, Ivan era già in viaggio. Infatti, senza alcuna esitazione, il piccolo si è diretto verso via Napoli dove pazientemente ha aspettato che l’autobus arrivasse. Agli altri passeggeri non è sfuggita la presenza di quel bambino che, infagottato nel suo giaccone, viaggiava tutto solo. Ma nessuno gli ha chiesto niente.
Poi, quando è arrivato in prossimità di De Ferrari, si è accodato a chi aspettava ed è sceso tranquillamente con loro.
Intanto la mamma era ormai arrivata al posto di polizia più vicino, appunto quello della Polfer di Principe, dove si è precipitata negli uffici in lacrime. E agli agenti ha saputo soltanto dire che il piccolo improvvisamente era sparito. La povera donna non sapeva certamente né come né che il figlioletto fosse scappato. Tutto quello che poteva dire era che fino a qualche minuto prima il bimbo era in casa e poi non si trovava più. Un po’ poco per indirizzare le ricerche della polizia.
Ad ogni modo la Polfer si è subito attivata cercando di ricostruire i movimenti del piccolo Ivan, senza neppure escludere che qualcuno avesse potuto rapirlo.
Ovviamente bisognava avvertire il padre, così si sono fatti dare il numero e lo hanno chiamato in negozio. Grande è stata dunque la loro sorpresa quando a rispondere al telefono è stata una vocina. Ivan, candidamente, ha spiegato che voleva rivedere il papà per dirgli che lui ne aveva abbastanza di stargli lontano. Ormai era un anno e mezzo che marito e moglie si erano separati e il bambino non ne poteva più. «Io voglio mamma e papà» ha detto ai poliziotti. E nessuno ha osato contraddirlo.