In 4 a processo per morte operaio

Quattro persone verranno processate, per l’uccisione di un operaio, avvenuta nel febbraio del 2003. Con l’accusa di omicidio colposo dovranno presentarsi davanti al giudice della quarta sezione del Tribunale: un capocantiere e tre delegati alla sicurezza.
Gli uomini sono responsabili di non aver avvertito a sufficienza la vittima della pericolosità della pala che stava manovrando. E proprio questa «leggerezza» fu fatale all’operaio 54enne che, nei lavori per la tratta della metropolitana: Famagosta-Abiategrasso, venne sbalzato dall’abitacolo della ruspa, morendo sul colpo. Una morte violenta ed evitabile per la quale il gup Fabio Paparella ha disposto il rinvio a giudizio su richiesta del pm Laura Amato.