Via in 400mila per la Pasqua Gli aeroporti fanno il pieno

L’esperto: «Partenze diluite. Ma al rientro si rischia il caos»

«Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi» recita il detto, che a Milano sembra avere un fondamento di verità a giudicare dal traffico aereo previsto: 800mila passeggeri sono attesi per il periodo delle vacanze pasquali, di cui 550mila saranno concentrati sullo scalo di Malpensa e 250mila a Linate. Numeri che sono in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: secondo Sea, infatti, il traffico è aumentato dell’11 per cento e si parla di 15mila passeggeri in più solo domenica. Per il giorno di Pasqua gli aeroporti milanesi attendono 80mila passeggeri, anche se sarà venerdì 21 aprile a raggiungere il record di 110mila viaggiatori: la giornata si trova «strategicamente» a cavallo tra Pasqua e il 25 aprile, ponte che i più fortunati prolungheranno fino al primo maggio.
Giornata di fuoco, quella di Pasqua (previsti 15mila passeggeri, +19 per cento rispetto al 2005) per il Terminal 2 di Malpensa, quello dedicato ai charter, anche per la recente apertura del traffico low cost con Parigi, Londra, Berlino, Colonia, Barcellona, Madrid, Atene e il Marocco. Lo scalo varesino si conferma leader in Italia nel traffico di voli charter con 33 compagnie aeree e 69 destinazioni.
Dove andranno i milanesi? I voli per Valencia sono già tutti prenotati, molto richieste le destinazioni sul Mar Rosso, anche se molti hanno preferito le spiagge tropicali di Cuba, Santo Domingo, Mauritius e San Paolo in Brasile. Le Maldive continuano a essere «in», tanto da registrare il tutto esaurito, sempre più richiesto Dubai. In aumento anche i voli per gli Stati Uniti che registrano il 20 per cento in più di passeggeri del 2005.
Non solo mare, però, per i meneghini in vacanza, altra meta molto gettonata sono i Paesi dell’Est (Alitalia ha raddoppiato i voli per Timisoara, Sarajevo e Cracovia). La Sea, società che gestisce gli scali milanesi, consiglia ai passeggeri di arrivare in aeroporto almeno un’ora prima della partenza per facilitare le operazioni di imbarco.
Secondo l’Osservatorio di Milano sono 400mila i milanesi che lasceranno la città a Pasqua: «Centomila l’hanno già fatto, 150mila partiranno entro domani, gli ultimi 150mila si sposteranno solo a Pasqua e Pasquetta» precisa Massimo Todisco, il direttore. Da qui il consiglio: «Il rientro scatterà per tutti lunedì, meglio mettersi in viaggio prima degli altri per evitare le code. Le partenze, invece, sono state diluite».