«A 42 anni piglio a pugni le calorie»

«Vado e torno dalla palestra a piedi, poi faccio un’ora di boxe tre volte alla settimana per concedermi qualche peccato di gola», rivela Helena Christensen, top model e fotografa danese tra le superbellezze degli anni Ottanta con Linda Evangelista, Cindy Crawford ed Elle McPherson. «Io continuo a lavorare», puntualizza la signora che il prossimo Natale dovrebbe compiere 42 anni ma ne dimostra al massimo 30 pur non avendo la classica faccia da cerbiatto impagliato delle fanatiche del botulino. Soprattutto la Christensen continua a sfoggiare un magnifico corpo sinuoso nonostante la nascita di un figlio avuto dall’attore Norman Reedus e la sua fama di buongustaia. «Considero la cioccolata senza panna una cosa da criminali», dice entrando nella pasticceria Cova di Milano dove pensa bene di ordinare anche una fetta di panettone tanto per gradire prima del lunch. D’altro canto non a caso è stata scelta come testimonial internazionale delle EasyTone, le scarpe-palestra firmate Reebok che aiutano a tonificare i muscoli di gambe e glutei grazie a due capsule di bilanciamento ad aria nella suola.
È magra perché mangia poco e fa tanta ginnastica, oppure è una delle pochissime fortunate con un metabolismo da paura?
«Prima di tutto non sono mai stata magra, da mia madre che è peruviana ho ereditato un sacco di curve sopra e sotto. In compenso sono molto alta per cui sembro più sottile. Insomma ho la fortuna di non dovermi troppo preoccupare della linea però sto molto attenta alla salute, curo la forma fisica solo per questo motivo».
Difficile crederle, in fondo lei vive sulla sua bellezza…
«Quando vedo una persona anziana per strada che fa fatica a camminare mi dico “Helena non devi ridurti così”. Il momento buono per darsi da fare è quando sei ancora giovane e hai parecchio tempo davanti a te».
A lei basta la boxe?
«Non sottovaluti la camminata da casa alla palestra e ritorno: 40 minuti con queste scarpe fanno tantissimo».
Speriamo, ne han vendute 400 mila paia solo in Italia e presto lanceranno anche la linea di abbigliamento tonificante. Lei però è pagata per parlarne bene…
«Senta io sono fotografa da 22 anni, modella da venti e mi sono conquistata un po’ di notorietà. Se metto la mia faccia su una cosa è perché ci credo».
D’accordo. Se la sente di consigliare una dieta a base di cioccolata con panna a tutti?
«Sul cibo ognuno ha la sua verità, ma tutti dobbiamo sforzarci di mangiare cose sane, bere tanta acqua e fare molta attività fisica. Io ho sempre dovuto fare stretching per via di questo corpo lungo che altrimenti rischia di rattrappirsi. Quattro anni fa ho scoperto la boxe e poi ho imparato a giocare a tennis. Volevo farlo dal 1987, quando ho vinto il concorso per Miss Danimarca ma sono diventata modella e non ho avuto più tempo».
Vede ancora le sue colleghe super top?
«Certo».
Tra le nuove modelle vede qualcuna che può prendere il suo posto o quello di Naomi Campbell?
«Mi piacciono molto Natalia Vodianova e Sasha Pivovarova. Ma nessuna sarà mai come Naomi, lei è unica».