In 45mila sotto la pioggia per Morricone

Affascinati, stregati dal Maestro 45mila milanesi sono rimasti due ore immobili sotto la pioggia per il concerto di Natale di Ennio Morricone in piazza Duomo. Cominciato con mezz’ora di ritardo per problemi al mixer, il maestro e la Sinfonietta di Roma, l’orchestra composta da duecento musicisti, tra strumenti e coristi, che lo segue ovunque, non hanno mancato di incantare la città. Città a cui Morricone in qualche modo è legato: «Mi piace Milano e mi piace il suo sindaco», ha detto il Maestro dopo l’incontro con Letizia Moratti. Nella mattinata Giovanni Terzi, assessore al Tempo libero, visibilmente emozionato ha consegnato al premio Oscar il sigillo della città, «per il valore artistico che porta a Milano».