In 500 firmano per l’Evangelico

Cinquecento firme raccolte in poche ore, nonostante il freddo improvviso che ha avvolto Genova sabato scorso. Franco De Benedictis e Aldo Siri, di Forza Italia, hanno lanciato una raccolta di sottoscrizioni per fermare la Regione.
Da una parte si chiede di cancellare l’aumento riguardante i ticket per le prestazioni sanitarie, dall’altra si vuole impedire di chiudere il reparto di Ostetricia e Ginecologia all’ospedale Evangelico, così come sarebbe intenzione dell’assessore Claudio Montaldo.
«La gente si è dimostrata molto sensibile ai problemi sanitari e in tantissimi hanno sottoscritto la nostra petizione - spiega De Benedictis -, la prova è che le firme che abbiamo raccolto sono state centinaia in due o tre ore al massimo in cui abbiamo organizzato i banchetti davanti alla chiesa di San Nicola e in piazza Villa a Castelletto». Gli appuntamenti non finiscono qui. «Stiamo cercando di organizzare altri appuntamenti per la raccolta delle firme - continua De Benedictis, che si presenta come candidato nelle file di Forza Italia alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale -, vogliamo chiedere alla Regione che ripensi al futuro di un reparto d’eccellenza come l’Ostetricia dell’Evangelico e che invece di chiuderlo lo mantenga come vuole la gente di Castelletto e non solo . Sui ticket, invece, si tratta di un problema di equità: non è possibile imporre tasse ulteriori che vanno a pesare sui bilancio delle famiglie, perché di tasse si tratta anche se non dirette».