Il 6 febbraio una prima (e parziale) riapertura

È stata finalmente trovata la data per la prossima riapertura della Domus Aurea. Il giorno fissato è il prossimo 6 febbraio quando sarà parzialmente visitabile il cantiere di restauro del celebre sito archeologico. L’iniziativa, a cura del ministero per i Beni culturali e della soprintendenza archeologica di Roma, prevede così una prima riapertura al pubblico, spiega una nota diffusa dallo stesso ministero, previa prenotazione obbligatoria delle visite guidate. La fastosa dimora dell’imperatore era stata, chiusa d’urgenza per rischio crolli, il 12 dicembre del 2005 dall’allora ministro per i Beni culturali Rocco Buttiglione. La reggia riaprirà, era stato spiegato lo scorso dicembre, anche se limitatamente ad alcune sale, in cui è stato attrezzato un percorso protetto che utilizza i ponteggi montati per il restauro e anche se appare poco «aurea», con le alghe che, per carenza di manutenzione, ancora attaccano gli affreschi e con le infiltrazioni d’acqua piovana, che hanno danneggiato le volte. Il percorso passa, era stato allora spiegato, per il Ninfeo di Ulisse e Polifemo (che trae il nome dal mosaico al centro della volta), per finire approdando nella Sala della volta dorata.