«Il 62 per cento dei bus è accessibile ai disabili»

In merito all’articolo «Quella mobilità negata: sei bus su dieci non superano la prova carrozzina» a firma Michela Giachetta, pubblicato il 16 febbraio, l’ufficio stampa Atac ci invia la seguente lettera.
--------------------------------------------------------------
«L’Atac Spa smentisce le cifre riportate nell’articolo molto sottodimensionate rispetto alla situazione reale. Attualmente, la flotta di Atac Spa vede una percentuale del 62 per cento di bus accessibili con pedane ribassabili e del 66 per cento per i tram. Nel corso del 2006, con, ad esempio, la consegna dei 200 mezzi a metano, dei 36 bus elettrici e dei 70 «Mediobus» da 40 posti, tutti dotati di pianale ribassabile, dette percentuali saliranno ancora. Entro la fine dell’anno, avremo ben il 72 per cento dei bus e il 69 per cento dei tram attrezzati per i diversamente abili. Per l’azienda questi numeri sono molto importanti e denotano lo sforzo fatto assieme al Comune di Roma per rendere sempre più accessibili i mezzi pubblici di Roma. Peraltro l’articolo cita come fonte un’imprecisata azienda di trasporto, che non può essere Atac Spa, visto che l’agenzia è stata costretta a correggere i numeri da Voi pubblicati. Tuttavia, l’azienda ricorda che Atac e solo Atac è proprietaria dei mezzi e delle infrastrutture per cui, da questo punto di vista, solo i dati di Atac possono essere considerati ufficiali».