Il 7 giugno debutta al listino

Laura Verlicchi

da Milano

Un nuovo gruppo della moda si prepara a sfilare in Borsa. È partito ieri il road show di Antichi Pellettieri, il numero uno del lusso accessibile nella pelletteria controllato da Mariella Burani Fashion Group, che dovrebbe debuttare a Piazza Affari, sul mercato Expandi, il 7 giugno. Un forziere che raccoglie marchi ben conosciuti - come Braccialini, Francesco Biasia e il neo acquisto Coccinelle per le borse, Baldinini e Sebastian per le calzature - con numeri di tutto rispetto, realizzati soprattutto sui mercati emergenti. «L’obiettivo 2006 - ha detto Giovanni Burani, presidente di Antichi Pellettieri e ad di Mariella Burani Fashion Group - è di ricavi per 250-255 milioni, considerati gli ottimi risultati del primo trimestre e tenendo conto che storicamente la seconda parte dell’anno è per noi la più significativa». Il collocamento inizierà il 26 maggio e si chiuderà il primo giugno: il prezzo massimo sarà fissato entro il 25 maggio (la forchetta indicativa è tra 7,15 e 8,50 euro), mentre il prezzo dell’offerta dovrebbe essere annunciato entro il 5 giugno. Sul mercato andrà il 32,7% del capitale, ossia 14,7 milioni di azioni, di cui 3 milioni provenienti da un aumento di capitale e le altre messe in vendita dal gruppo Burani - azionista di maggioranza - e dagli altri azionisti, manager e fondatori dei marchi: di queste, il 18,4% sarà destinato al pubblico italiano, il resto agli investitori istituzionali. Il valore complessivo (esclusa la greenshoe) è stimato fra 105,04 e 124,87 milioni di euro. Con il ricavato della quotazione, il gruppo Burani intende anzitutto remunerare i suoi azionisti «con un eventuale dividendo straordinario - ha detto Giovanni Burani - . Ma pensiamo anche a un nuovo progetto di lusso accessibile, una Antichi Pellettieri bis».