7ª VITTORIA CONSECUTIVA IN CASA

Roma Con le valigie già in mano destinazione Fulham, Stefano Okaka saluta la Roma con un bellissimo gol di tacco che consegna ai giallorossi nei titoli di coda tre punti preziosi. La squadra di Ranieri, 17 partite utili (e sette vittorie consecutive in casa), vola al secondo posto nonostante le assenze in attacco, da capitan Totti al nuovo arrivato Toni. «Quasi quasi non parto più...», scherza il giovane attaccante di colore. «Ho detto al nostro ds Pradè che non volevo più cederlo, è svenuto...», si diverte anche Ranieri che aveva avvertito sulle difficoltà della gara e intanto si gode la bella classifica. Nel segno di un club attento ai bilanci. «La società spende quello che riesce a spendere, noi ci siamo adeguati a quello che ha detto Platini. Ho vecchi stimoli e buoni giocatori, la squadra va puntellata senza illudere la gente, ma la rosa è competitiva». E sulle sirene della nazionale: «Sono onorato che si faccia il mio nome, ma oggi sono il ct della Roma. Un giorno forse...». Il norvegese Riise si esalta quando vede maglie bianconere: dopo il gol al Siena all’andata e quelli a Fulham e Juve, ieri la splendida rete ai toscani con un sinistro al volo. Il Siena impatta con Vergassola, poi le parate dell’ex Curci sembrano mettere al sicuro il risultato. Fino alla prodezza di Okaka su cross del «precario» Pit, romeno utilizzato con il contagocce.