Dopo 70 anni Tosca torna al Cantero

Finalmente il momento è arrivato. Questa sera alle 21 il sipario del teatro Cantero di Chiavari si alzerà sull’opera di Giacomo Puccini «Tosca». Un allestimento, accolto dal tutto esaurito, che vuole celebrare due anniversari: i settant’anni di opera lirica al Teatro Cantero e i centocinquant’anni dalla nascita di Giacomo Puccini. Una serata, poi, che costituirà una preziosa opportunità per un gruppo di studenti della scuola media «Della Torre» di Chiavari che parteciperanno allo spettacolo.
L’allestimento dell’opera pucciniana è di «Arte Scenica» di Reggio Emilia con il Coro dell’Opera di Parma, l’Orchestra Sinfonica dei Cantieri d’Arte e un cast di cantanti affermati a livello internazionale come il soprano Paola Sanguinetti (Tosca), il tenore Giorgio Casciarri (Cavaradossi), il baritono Giorgio Cebrian (Scarpia).
Il teatro Cantero fu inaugurato il 15 maggio 1937 proprio con la Tosca. Seguiranno il Barbiere di Siviglia, Il Rigoletto, Madama Butterfly, Aida. Da allora, fino al 1944, ha ospitato le maggiori opere liriche anche in collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova oltre a compagnie di prosa e concerti di fama internazionale tra cui, nel 1947 il concerto del violinista Vasa Prihoda e nel 1948 un dittico goldoniano con I rusteghi e La Locandiera con Elsa Merlini e Cesco Baseggio. Nel 1961, per il centenario dell’Unità d’Italia, ci fu una grande esecuzione del Nabucco diretta da Francesco Patanè e nel 1985 Le Nozze di Figaro, presentate dal Teatro Comunale dell’Opera di Genova, a due secoli esatti dalla prima rappresentazione viennese.