76 ANNI L’ultimo show con Eugenio Bennato

Miriam Makeba è morta domenica sera di infarto sul palco a Castel Volturno, in provincia di Caserta, dove si esibiva a sostegno dello scrittore Roberto Saviano e contro la camorra e il razzismo. È morta cantando, come avrebbe voluto, e soprattutto cantando per una buona causa, per la giustizia e la pace per cui si era sempre battuta. Ha cantato tre canzoni più «Pata pata» poi, mentre il pubblico applaudiva e lei salutava insieme agli altri protagonisti (Daniele Sepe, Eugenio Bennato, Sonia Aimy, Maria Nazionale) la cantante si e sentita male, è svenuta e si è accasciata a terra. Nonostante i soccorsi l’artista non si è ripresa ed è morta dopo pochi minuti all’ospedale Pineta Grande. Subito è iniziato un pellegrinaggio di gente di ogni etnia venuta a rendere omaggio con fiori, bigliettini, piccoli regali. Accanto alle autorità, da Bassolino all’ambasciatore sudafricano Shope e ai personaggi famosi, i molti immigrati che hanno assistito al concerto hanno scritto su due cartelli: «Ciao Mama sei il nostro simbolo» e «Grazie per aver lottato tutta la vita in favore dei neri». Ora Castel Volturno le dedicherà una piazza