8 marzo Il Pdl regala fischietti anti-stupro

Otto Marzo, gazebo di Forza Italia nelle piazze di Milano. Occasione per distribuire alle donne un mezzo di segnalazione: un fischietto. Sì, un fischietto che, ad esempio, nel mondo anglosassone rappresenta uno strumento di immediata reazione in caso di aggressione. Un segnale di richiamo, un fischio di pericolo che, naturalmente, si spera di non dover mai sentire in giro per Milano. Ma l’otto marzo vede anche Nordestra distribuire un altro efficace strumento di difesa: lo spray urticante. Bombolette al peperoncino e con tanto di manuale di consigli utili per evitare aggressioni nei locali notturni e nei sottopassaggi oltreché evitare furti e borseggi al supermercato o sul tram. Iniziativa, quest’ultima, che non è però il replay di un’altra «provocazione» firmata dalla Lega Nord: lo scorso 8 marzo, il leghista Matteo Salvini, sempre in piazza Cordusio distribuì un migliaio di flaconcini alle passanti nell’ambito della «festa per la donna sicura». Comunque sia, si tratta sempre di un approccio pragmatico, concreto che è sempre benvenuto contro chi compie il più osceno dei delitti.