Dal 9 dicembre test d'italiano per lo straniero che chiede la carta di soggiorno

Come stabilito nel pacchetto sicurezza gli immigrati per ottenere il permesso "di lungo soggiorno" dovranno sottoporsi ad un vero e proprio esame, gestito dalla Prefetture, per dimostrare la conoscenza della lingua italiana. Sarà possibile prenotarsi on line

Pronto il test di italiano per gli stranieri che vogliono la carta di soggiorno. Documento che non ha scadenza e che può essere richiesto dopo almeno cinque anni di permanenza regolare nel nostro paese.
Come stabilito nel pacchetto sicurezza approvato lo scorso anno gli immigrati per ottenere il permesso cosiddetto di "di lungo soggiorno" dovranno sottoporsi ad un vero e proprio esame per dimostrare la conoscenza della lingua italiana. La norma è stata pubblica sulla Gazzetta ufficiale nel giugno scorso. Che cosa deve fare lo straniero per sostenere il test?Il ministero dell'Interno ha annunciato di aver definito la procedura informatica che consente la gestione delle domande. É necessario prenotarsi online attraverso il sito www.testitaliano.interno.it, che sarà attivo appunto dal 9 dicembre. Allo stesso indirizzo si potrà consultare data, orario e luogo in cui verrà fissato l'appuntamento per l'esame e poi il risultato.
Saranno le Prefetture a gestire tutta la procedura e gli esami si svolgeranno nei centri territoriali permanenti, ovvero le scuole pubbliche dove già vengono organizzati corsi per adulti e immigrati.
Lo straniero dovrà dimostrare di avere un livello A2 di conoscenza della lingua italiana. Con A2 si intende la capacità di sostenere dialoghi semplici per fornire informazioni essenziali alla vita quotidiana. É un livello standard europeo che indica una padronanza della lingua abbastanza elementare che dunque dovrebbe essere in possesso di chiunque sia presente e lavori in Italia regolarmente da almeno cinque anni.
Non tutti gli stranieri però dovranno sostenere il test per ottenere la carta. Sono esentati i figli minori di 14 anni, chi è già in possesso di un attestato di conoscenza della lingua italiana a quel livello o di un diploma di scuola media o anche di un attestato di frequenza in una scuola superiore o di un'università. Esentati pure coloro ai quali sia certificato da una struttura sanitaria pubblica una grave limitazione della capacità di apprendimento.
Non potrà avere accesso al test e quindi alla richiesta della carta di soggiorno chi ha avuto problemi con la giustizia o chi si trova sul nostro territorio in attesa dello status di profugo.