«A 92 anni mi hanno presa a pugni per rubarmi gli anelli»

L’hanno colpita con un pugno per rubarle gli anelli. Rischiando quasi di ammazzarla. La signora Bice, capigliatura folta e bianca, ha un occhio blu e gonfio. Frutto dell’aggressione di due vigliacchi. Ma, nonostante i suoi 92 anni, è ancora forte e, oltre al livido, non ha riportato altri danni. Trattenuta qualche ora in ospedale è tornata a casa mormorando «Non è iniziato bene questo 2012». Come non era finito bene il 2011 visto che a settembre era stata rapinata una prima volta.
La vecchina abita in un elegante palazzo di via Pascoli. Vive sola da quando una trentina d’anni fa le è morto il marito dirigente d’azienda, che le ha lasciato un bella casa e una discreta pensione. Di domenica non perde una messa alla chiesa di San Giovanni Laterano in via Pinturucchio 35, distante circa 500 metri. E anche ieri l’anziana signora non ha mancato alla funzione. Al rientro si è imbattuta nei due malviventi. «Uno mi ha dato un pugno, sono caduta, poi è arrivato il complice che mi ha sfilato due anelli dalle dita. Non erano straccioni, ma ben vestiti».