«Per il 9,4% di Mediobanca stiamo valutando i candidati»

L’Antitrust sta valutando i requisiti di tutti gli acquirenti fra i quali verrà ripartita la quota del 9,36% di Unicredit in Mediobanca. Lo ha detto ieri il presidente dell’authority Antonio Catricalà, rispondendo a chi gli chiedeva se ci fossero problemi nel caso dell’acquisto di una quota da parte della Banca Popolare di Vicenza. «La stiamo studiando per vedere che tutti i componenti abbiano i requisiti oggetto dell’impegno di Unicredit», ha detto Catricalà. La cessione della quota in Mediobanca è stata posta ad Unicredit come condizione per il via libera alla fusione con Capitalia. Ma gli acquirenti non possono essere partecipati da Mediobanca, né avere quote rilevanti di partecipazione in banche d’affari concorrenti o in compagnie assicurative in competizione con Generali.