A 95 anni trova il suo truffatore

Un napoletano di 36 anni, C.P., è stato denunciato con l'accusa di truffa per aver convinto una donna di 95 anni a consegnarli 800 euro che, a suo dire, servivano per ripagare due orologi d'oro ordinati dal figlio. L' anziana, non convinta, aveva segnato il numero della targa della vettura dell' uomo, che è stato così rintracciato dai carabinieri.
L'uomo, residente ad Albenga (Savona), aveva appreso per caso che l'anziana aveva un figlio cinquantenne, al momento dei fatti in villeggiatura in Grecia. Così è passato all'azione con la chiara intenzione di raggirare la donna e farsi consegnare più denaro possibile.
Dopo aver avvicinato l' anziana per strada, ha iniziato a raccontare la «favola» dei due orologi e, in prima battuta, le ha chiesto 2.000 euro. Chiaramente l’uomo contava sull’età della sua vittima per approfittare di lei. Ma le cose non sono andate come egli sperava.
L'anziana, non disponendo della somma, gli ha chiesto infatti di accontentarsi di 800 euro. Lui li ha accettati, le ha consegnato i due orologi (patacca) ed è partito.
La donna però, non proprio convinta dell'affare, ha appuntato il numero di targa della sua vettura ed ha contattato i carabinieri. Ai militari è bastato poco per rintracciarlo.