A.A.A. Centro anziani cercasi

Oltre un centinaio di firme raccolte in pochi giorni, un incontro, a fine mese scorso, con il presidente del XIII municipio, Davide Bordoni: gli anziani dell’Infernetto, ex borgata abusiva, ora centro residenziale «in costruzione» al di là della via Cristoforo Colombo, tra la tenuta presidenziale e la pineta di Castelfusano, chiedono uno spazio dove potersi riunire e socializzare.
«Non abbiamo un luogo dove trascorrere un po’ di tempo insieme - spiega Romeo Palombelli, uno dei firmatari -. In questa zona non esistono piazze o punti d’incontro veri e propri. Il quartiere è venuto su negli anni senza un piano edilizio razionale; quello particolareggiato che ha permesso nuove edificazioni è arrivato nel ’95. In attesa che la nostra richiesta venga messa all’ordine del giorno del consiglio municipale, non possiamo fare altro che riunirci al bar».
Alla sottoscrizione sono seguite proposte concrete da parte dei residenti. Come quella di utilizzare alcuni locali annessi a una scuola comunale su via Cilea, e da tempo in disuso. «Possibile - aggiungono altri - che nelle licenze concesse ai tanti costruttori di zona non sia stata compresa la realizzazione di centri aperti a tutti, da destinare ai servizi sociali? Non solo per gli anziani, dunque, ma accessibili ai cittadini in genere, per le attività culturali e di svago. Speriamo che presto arrivino delle risposte».