A.A.A CERCASI LEADER

Quando c’era da dare atto a Marta Vincenzi delle sue prime mosse «popolari» lo abbiamo fatto. Anzi, sembrava quasi uno splendido segnale vedere che a inizio mandato, quando tutti gli amministratori solitamente concentrano le scelte «sporche» per tenerle più lontane possibili dal voto successivo, la nuova sindaco annunciasse solo decisioni altamente condivisibili. E un bel segnale era anche quello dato dall’opposizione, che non è partita a testa bassa, decisa a dire «no» a tutto solo perché veniva dall’altra parte. Ci aspettavamo, quello sì, anche le prime scivolate della sindaco, le prime difficoltà. Magari non così presto come invece sono arrivate, ma le attendevamo.
L’ultimo consiglio comunale è stato invece già un pasticciaccio continuo.(...)