AAA vendesi forca per impiccagioni

Come secondo lavoro, fabbricare forche. Succede a Suffolk, presso Mildenhall, Gran Bretagna. Davis Lucas, un tranquillo padre di famiglia, contadino, che ha speso tutta la vita a lavorare la terra, ha iniziato il macabro e redditizio passatempo su indicazione di un uomo d'affari straniero. Lucas impiega una settimana a costruire ogni forca, usando legno e metodi tradizionali. L'opera artigianale viene poi venduta a paesi africani o del Medio Oriente dove la pena capitale per impiccagione è legale. Il prezzo? 12.000 sterline.
Nel listino di Lucas è anche compreso un sistema d'impiccagione multiplo a sei posti, montato su una piattaforma semovente. Amnesty International esprime sgomento. «Siamo rimasti pressochè senza parole quando siamo venuti a sapere che Mr. Lucas, un cittadino britannico, ha apparentemente tentato di vendere le forche anche al governo del presidente Mugabe», dichiara Kate Allen, responsabile di Amnesty per la Gran Bretagna. «Non sono una persona spregevole» si difende Lucas, «credo nell'ordine e nella legge. Le mie forche sono prodotte per mantenere la legge e l'ordine, non per essere usate dai criminali. Non si può afferrare una forca e andare ad ammazzare qualcuno. Una forca non può cadere in mani sbagliate, come accade per le pistole o i coltelli». «Il Governo mi ha condannato, ma la gente è d'accordo: vuole la pena di morte. Io parlo per la gente comune», ha detto Lucas in alcune dichiarazioni riportate ieri dal Guardian. Lucas propone un referendum per dare voce al popolo che, secondo lui, sarebbe «favorevole alla pena di morte in caso di omicidio». Ma Lucas non è però del tutto fermo al medioevo: «Non voglio certo dire che l'impiccagione debba essere usata in tempi moderni. Si potrebbe usare l'iniezione letale. Comunque credo che vedere una persona appesa resti più impresso, e scoraggi di più i criminali». Ad ogni modo, gli affari del sig. Lucas potrebbero presto finire, secondo quanto sottolinea Amnesty International. Il 31 luglio entra in vigore nei Paesi dell'Unione europea un trattato che proibisce l'esportazione di ogni strumento di tortura. Amnesty si dice convinta che le forche del contadino del Suffolk rientreranno nella categoria.