Abb in recupero a Zurigo

La giornata borsistica a New York è stata contrassegnata dal crollo di General Motors, scesa fino a oltre il 7% per irregolarità contabili e per gli scioperi della controllata Delphi che potrebbero portare a una revisione dei dati del bilancio 2005. In calo del 13% anche Visteon, produttrice di componenti per auto. Giù i petroliferi, con Exxon Mobil che arretra del 2%. In controtendenza Hospira (più 10%), per una revisione al rialzo delle stime degli utili. Andamento altalenante delle piazze europee, con chiusure in positivo per Francoforte, Zurigo e Amsterdam, mentre flettono di poche frazioni Londra e Parigi. Cedono i titoli petroliferi, con Totalfina che arretra del 3%, Bp-Amoco del 2% circa e Royal Dutch Shell dell’1%. Bene gli assicurativi, con Ing in crescita del 3,3% e Axa del 2%. Sulla piazza elvetica, crollo di Kudelski (meno 5%) alle voci della vendita di un grosso pacchetto, ma in recupero Abb (più 3,4%). Realizzati a Parigi i titoli bancari.