Abbeverarsi alla «Fonte» del lavandino giusto

Veronica Forti

Stiamo vivendo un momento nel quale il legno è percepito come stanza dei sogni, del relax, del benessere, un locale insomma verso il quale l'attenzione e la cura di chi lo abita e lo arreda e sono elementi di una importanza sempre crescenti, soprattutto nei confronti di una degli elementi che più lo caratterizzano: il lavabo, vera parte fondamentale di questa stanza della nostra casa, il lavabo si può affermare che abbia ormai innescato una sorta di lavabomania, tanto è vero che oggi è diventato un «must» sceglierlo con cura per farne l'elemento più decorativo all'interno dell'intero arredo.
Ecco allora una firma, quella di «Rifra», che con un solo programma, chiamato «Fonte», offre una scelta infinita, proponendola nelle versioni davvero tra le più svariate. Tonde, ovali, quadrate e rettangolari, d'appoggio, a semincasso o sottopiano, di ogni materiale e colore, perfino una versione estremamente raffinata in cristallo completamente trasparente. Un programma modulare e flessibile, che è in grado di mostrare ben dodici lavabi. In fondo l'arredo di questo ambiente, una volta un semplice servizio, è divenuto fatto complesso, soprattutto per l'inserimento di docce, vasche e attrezzature per il fitness che occupano spazio e incidono non poco sull'estetica in generale.
Per informazioni sui prodotti tel. 039.628451.