«Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi»

</B>Tappa del torneo anche ai golf Le Fonti, La Margherita e Parco de' Medici

Quattro gare in soli 15 giorni: 1l 16 marzo a Paradiso del Garda, il 24 a La Margherita, il 28 a Roma, tre giorni dopo a Le Fonti. Non si può certo dire che l’edizione 2006 del World Corporate Golf Challenge sia partita in sordina. O a ranghi ridotti, visto che ben 120 squadre hanno già disputato la prima delle tre prove di qualifica a loro disposizione.
Non proprio conciliante il contesto atmosferico: giornata glaciale a Paradiso del Garda, pioggia e freddo a La Margherita, vento con un pallido sole nella capitale.
Paradiso del Garda. Parecchi gli hcp al di sotto del 10. Nota di colore: tra i 120 giocatori in gara un’unica presenza femminile a seguito della squadra L. T. Elettroerosioni (che ha subito centrato l’obiettivo semifinale, piazzandosi al secondo posto con un ottimo 83 netto). Sul podio anche Zava Meccanica, con un glorioso 85, e Mantova Diesel terzo netto con 80. Applausi per gli unici “stranieri”, lo Studio Maffei e Associati (provenienza Roma e la Versilia) che hanno centrato il primo lordo.
La Margherita. Campo impegnativo e molto tecnico reso ancora più difficile dalla pioggia che ha accompagnato i giocatori per tutte le 18 buche e che ha certamente penalizzato le performance ( i risultati, pur meritevoli, sono stati al di sotto della media del Circuito).
Apprezzati i premi e i gadget, ben frequentato il corner Last Minute Tour con buoni sconto per le prossime vacanze. A salire sul gradino più alto del podio una new entry, la squadra Paolo Frello & Partners con 79 punti, a seguire tre squadre torinesi di soci della Margherita: Gia.da, Pro.Plus e G.&V. Immobiliare.
Parco de’ Medici. Più che a Roma sembrava di essere a Trieste per le continue e fastidiose raffiche di vento. Trentadue i team in gara. La Termoidraulica Fratelli Fusco si è aggiudicata la vittoria con un bel 84 netto, seguita da Ristorante Mario che con 71 punti vince il premio lordo by Last Minute Tour, Imballaggi Alimentari e Crisel Instruments. Il premio Mondini Cavi (miglior risultato sulle prime nove buche) va a The Shenker Method, il premio Polos, per le seconde nove, a Studio Pozzi. Niccolò Macii di Pickwick si aggiudica il Driving Contest offerto da Davidoff.
Come capita da qualche stagione il green romano sarà sede di una delle quattro semifinali a luglio.
Le Fonti. A Castel San Pietro si chiude la quaterna del mese di marzo. Su un campo decisamente tosto, in molti hanno “azzardato” la polo Chervò 2006. Finalmente il sole ha infatti concesso un abbigliamento più primaverile.
Curiosità: tutte le squadre che hanno dominato la classifica netta hanno ottenuto il medesimo punteggio di 81. Il primo posto è andato a Fonderia L’artigiana, il secondo a Caobelli, il terzo a Cesenatico – Hotel Villa Maria. Prima squadra lordo la Simar.